Colori e sapori del Gargano

My beautiful picture Finalmente riesco a raccontarvi la nostra vacanza di una settimana a Vico del Gargano, in Puglia, che risale ormai a più di un mese fa. La Puglia io la conoscevo già abbastanza bene, ma mi ero dimenticata di quanto fossero belli i suoi colori e la luce del suo cielo. La mia voglia di mare, di blu, di acqua, l’unico elemento che mi manca un po’ qui nel mio Podere, è stata pienamente appagata da un mare di un blu talmente intenso da ipnotizzare.

A Vico siamo stati ospiti del B&B Pizzicato Eco, una struttura che io conoscevo attraverso i Social Media e che è stata ampiamente all’altezza di tutte le nostre aspettative. Al nostro arrivo, Ivaldo, Ambra, Viola e Ilaria (la figlia di Ivaldo) ed io siamo stati accolti da un fantastico aperitivo di benvenuto alla Pasticceria Pizzicato dove abbiamo anche ricevuto tutte le informazioni sulla zona, sulle spiagge e su Vico.

Vico del Gargano è un delizioso paese antico, che fa parte dei “borghi più belli d’Italia”, all’interno del Parco Nazionale del Gargano,  arroccato su una collina da cui si può ammirare una vista strepitosa sul mare. Vico è anche un comodo punto di partenza per raggiungere le più belle spiagge del Gargano e la Foresta Umbra.

Il nostro appartamento era su un vicolo lungo e stretto in discesa che sembrava si tuffasse direttamente nel mare. Dalle nostre finestre la vista era meravigliosa: davanti a noi la parte più antica di Vico, di lato il mare e in lontananza, nei giorni in cui non c’era foschia, si riuscivano a scorgere anche le isole Tremiti. My beautiful picture

My beautiful picture

Ogni mattina, dopo una squisita colazione alla Pasticceria Pizzicato con cornetti, paste e dolci di ogni tipo, latte di mandorle e succhi, passeggiavamo tra i vicoli di Vico dove si sente pulsare il vero “cuore” del Gargano.

My beautiful picture

My beautiful picture

My beautiful picture

Una tappa al mercato, che si tiene ogni mattina nella piazza principale del paese, a fare scorta di profumi e di colori. Anche solo per ammirare la grande varietà di frutta e di verdura.My beautiful picture

Assaggiare le delizie del posto: taralli, caciocavallo, formaggi di pecora e di capra, pomodori secchi, olive.

My beautiful picture

My beautiful picture E poi dopo aver preparato il pranzo al sacco partire alla ricerca del mare e del blu.

La prima spiaggia che abbiamo scoperto e che è poi diventata anche la nostra preferita è Zaiana, sulla litoranea tra Peschici e Vieste.

My beautiful picture

My beautiful picture

My beautiful picture

My beautiful picture Ci siamo fermati a fare il bagno alla suggestiva spiaggia di Vignanotica di Mattinata, situata lungo la Provinciale che collega Vieste a Mattinata, su consiglio di Giuseppe del B&B Pizzicato. Dopo un breve tratto da percorrere a piedi ci siamo trovati di fronte a una spettacolo della natura: imponenti faraglioni di calcare bianco che cadono a strapiombo nel mare, una spiaggia di piccoli sassolini bianchi e un mare che toccava tutte le sfumature del turchese.

My beautiful picture

My beautiful picture

Tutti i giorni al nostro rientro a casa, Vico ci regalava dei tramonti talmente belli da sembrare finti, usciti da una cartolina.

Ogni sera due di noi, a turno, dovevano occuparsi della spesa e della preparazione della cena, una bella idea di Viola e Ambra che mi ha riportato alle lontane corvée dei miei scavi archeologici, e dopo cena c’era la votazione di ciascun piatto con tanto di pagella finale !!

My beautiful picture

L’ultimo giorno abbiamo visitato Vieste, il suo grande mercato pieno di specialità della cucina pugliese.

My beautiful picture

My beautiful picture

Abbiamo passeggiato lungo i suoi vicoli stretti e affollati di negozi e di locali e ammirato uno splendido tramonto sul mare che la circonda.

My beautiful picture

My beautiful picture

My beautiful picture

Il giorno dopo, a malincuore, siamo ripartiti e rientrati in Maremma, carichi di taralli, orecchiette, caciocavalli, pomodori secchi e più innamorati di prima del Gargano e della Puglia 😉

Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>